I Nostri Servizi

Dai Un'Occhiata

Realizzazioni

I nostri prodotti mirano all'alta qualità dell'artigianato

Dimostrazioni e Mostre

Dimostrazioni su ceramica , mostre ed esposizioni

Spedizioni all'estero

Vasto assortimento con spedizioni su richiesta all'estero

Le Artiste

Prodotti

Visitate la sezione "Negozio"

Le Ultime Novità

Resta Aggiornato!

La Nostra Bottega

In Certaldo Alto

Feature Image 1

La Bottega

-

Piccola Mostra di tutte le nostre opere all'ingresso della bottega

Feature Image 1

Il Laboratorio

-

Il luogo dove gli articoli vengono disegnati e rifiniti

Feature Image 3

La Città

-

La cittadina di Certaldo vanta uno dei borghi medioevali meglio conservati di tutta la Toscana, è qui che le nostre creazioni prendono vita.

Contattaci

e ti daremo risposte

Le Fasi di Preparazione

Come creiamo le nostre opere

  • Il Biscotto

    Prima Fase
    • L’argilla è la materia prima per la fabbricazione della ceramica, la sua natura le conferisce la proprietà di assorbire l’acqua e di trasformarsi in pasta facilmente malleabile. La presenza di più o meno composti di ferro e sostanze di origine organica, determinano il colore e la porosità dell’oggetto prodotto. Dopo averla fatta decantare e setacciata, per liberarla da tutte le impurità, si ottiene un composto omogeneo e uniforme pronto per la modellazione. Le tecniche di forgiatura sono varie: a colombino, a tornio, a calco e a colaggio. Una volta forgiato l’oggetto viene fatto essiccare e poi cotto, è dopo questa prima cottura che si ottiene il biscotto.
  • La Decorazione

    Terza Fase
    • La pittura sulla superficie smaltata si esegue con pennelli molto morbidi di varia grandezza e forma, i migliori sono formati da peli di origine animale. I colori sono a base di composti metallici di origine minerale, miscibili in acqua, tra i più importanti ci sono: l’ossido di rame (verde), l’ossido di cobalto, l’ossido ferrico (rosso), l’ossido di cromo (verde), il biossido di manganese e l’ossido di nichel (marrone). Le caratteristiche degli ossidi è che hanno un colore diverso da quello che apparirà dopo la cottura e quindi bisogna prestare attenzione per non confonderli e intuire prima il risultato che si potrà avere dopo la cottura.